LABORATORI - Wam! Festival

Vai ai contenuti

Menu principale:


WAM KIDS Giovedì 2 Luglio
18:00 – 19:30 // Alice Iaquinta
per Selvatica Associazione Culturale
presso il Complesso ex-Salesiani

OLTRE RADICE
Laboratorio grafico-pittorico per bambini dai 6 ai 10 anni  

Laboratorio in cui i bambini sono invitati a realizzare un bulbo – fiore che cresce sul foglio, attraverso l’uso di carboncino e grafite, e che, infine, si allarga attraverso una pittura d’espansione smaltata e fluorescente.




WAM KIDS  Sabato 4 Luglio

18:00 – 19:30 // Alice Iaquinta per Selvatica Associazione Culturale
presso Complesso ex-Salesiani

Il SENTIERO DELLA PIETRA BIANCA
Laboratorio di cartapesta per bambini dai 5 ai 10 anni  

Laboratorio di manipolazione, di strappi e di cartacee cuciture, di sovrapposizioni e stratificazioni e un allestimento di grandi sassi bianchi e animali che invita i bambini a realizzare una pietra in cartapesta a propria misura così da arricchire il sentiero circostante.

PER SUPERARE IL
CONFINE...o, per così dire attraversarlo e misurarsi col suo limite sottile e spesso indecifrabile la tentazione si rivela nel colore dilagante che scivola su grande superficie e sulla forma tridimensionale spessa e materica. Due possibilità,nello sguardo e nelle mani dei bambini, due vie percorribili a partire da "cose che la Natura" porge loro come Dono sempre disponibile, un bulbo, un sasso, per conoscere questo "confine" e sublimarlo attraverso la creazione ora di uno spazio pittorico, ora di un volume largo ma leggero.

Alice Iaquinta Lavora presso la Scuola di Arti e Mestieri di Cotignola per Selvatica Associazione Culturale e promuove attività espressivo - manipolative rivolte a bambini e ragazzi. Raccoglie e recupera forme multimateriche per volgerle al nuovo.



DANCE MASTERCLASSES

Lunedì 29 – Martedì 30 – Mercoledì 1 Luglio
18:30 - 20:00 // Gala Moody
Dance Masterclass, presso Spazio Iris

Artista in residenza a WAM! 2015, propone un laboratorio di movimento per danzatori e non danzatori, che utilizza i principi del lavoro sull'energia, le basi del floor work e l'improvvisazione.

Gala Moody ( Perth, 1984) ha lavorato a Adelaide per Leigh Warren & Dancers, prima di trasferirsi in Belgio per lavorare con Charleroi Danses / Michelle Anne de Mey. Da allora vive e lavora a Bruxelles, come ballerino. Collabora con Wim Vanderkeybus / Ultima Vez , Romeo Castellucci , Cie TPO , Louise Chardon , tra gli altri. I lavori di Gala sono stati eseguiti in vari contesti, tra cui: il Next Wave Festival ( Melbourne). Quantum Leap ( Canberra) , Danza creazione ( Melbourne) , Adelaide Fringe Festival , Ivo Dimchevs Volksroom (Bruxelles) , La notte dei musei Fevor (Bruxelles ), e WhatBeside (s) Morte ( Anversa) . Nel 2012 ha creato Cie.OFEN con il compagno ballerino Michael Carter (Tanztheater Wuppertal Pina Bausch) . Il loro secondo lavoro lunghezza sera il vaso sarà premier in un festival a cura di Wim Vandekeybus a Kortrijk questo ottobre .

ww.cieofen.com



DANCE MASTERCLASSES

Venerdì 3 Luglio
10:30 - 13:00 // Nicoletta Cabassi
Open class danza contemporanea & movement research, presso Spazio Iris

Disarticolazione metodica e composizione // ON THE EDGE
Il percorso proposto si basa sulla ricerca condotta in oltre 25 anni di esperienza professionale a 360° tra danza / teatro / opera / drammaturgia / creazione / interpretazione / sperimentazione e pedagogia. L’esperienza che propongo è liminale; in bilico tra i linguaggi pronti a fondersi e a confondersi ma basato su una profonda consapevolezza del meccanismo corporale delle sue funzioni articolari, con particolare riferimento ai concetti di: ‘leva’, ‘movimento utile’ ed ‘inutile’, spinta/controspinta, impulso, fino ad essere portati ad un’estrema energia. Tutto questo è finalizzato ad ottenere un movimento deframmentato ma organico che mette a nudo il meccanismo articolare nella sua frammentazione e lo colloca all’interno di uno spazio che lo attrae costantemente tramite vettori invisibili.

Nicoletta Cabassi - Danzatrice e coreografa di formazione classica e contemporanea. Inizia giovanissima lo studio del balletto quindi si trasferisce all’estero (dopo il Diploma d’Arte) e si dedica alla danza contemporanea. Ma esplora anche il teatro di di ricerca (con Ronconi, Delbono, etc)
Ha lavorato come danzatrice per numerosi teatri d’opera, e collaborato con varie Compagnie, coreografi/e e registi in Italia e all’estero (tra cui Maguy Marin, Jean-Yves Ginoux, la Fura dels Baus, etc,). Ha collaborato per 4 anni col CTR Centro Teatrale di Ricerca di Venezia creando e curando diversi eventi coreografici e spettacolari e dirigendo il settore danza. Ha inoltre collaborato coi alcuni video-maker (Leandro Lisboa, Martin Romeo e Daniele Spanò).
Negli anni ‘90 ha fondato Lubbert Das e con questo progetto ha creato e interpretato molte produzioni presentate in Italia e all’estero, pur continuando parallelamente l’attività di danzatrice.
Con “S O L” ha vinto il ‘Premio del Pubblico’ al festival Voci dell’anima e con “Sub rosa – C.s.O. opera aperta” ha vinto il ‘Premio della Critica’ e il ‘Premio dei Ragazzi’ alla V° ed. del festival nazionale ‘Ermo colle’. Nel 2015 si aggiudica, assieme a OTTOelectro con cui co-firma la creazione, il 'Premio della miglior esecuzione musicale' (eseguita col corpo) per la pièce “Self” sempre al festival Ermo Colle.
Ama lavorare a progetti collettivi e infatti ha collaborato con Virginie Daenekyndt, Virginia Spallarossa, Simona Lisi, Paolo Mangiola (con qui è stata in residenza presso la Royal Opera House e presso Sadler’s Wells Theatre a Londra ove hanno co-creato il duetto “11”).
Ha rimontato in trio la pièce “Sous le soleil” (sotto il sole) per la Compagnie ‘Pour un soir’ a Brest. Dal 2010 collabora col regista lirico Stefano Poda e da gennaio 2013 con la Tanz Company Gervasi a Vienna come assistente alla coreografia e dramaturg.
I suoi lavori sono stati presentati in Francia, Spagna, Inghilterra, Belgio, Norvegia, Austria, USA e Germania.
Nel 2015 farà una nuova creazione a Plzen (Repubblica Ceca), scelta su bando internazionale, in occasione degli eventi per la Capitale della Cultura.
La danza non le è mai bastata: è stata co-fondatrice del gruppo musicale Belmez Visions e ha seguito Musicologia e Storia del Teatro e dello Spettacolo all’Università pur formandosi parallelamente un personale background culturale ed umanistico mai abbandonato e costantemente arricchito. Da qualche anno si occupa attivamente, a livello nazionale, di politica culturale per la danza.
Nicoletta Cabassi compare in “Performativi – per uno sguardo scenico contemporaneo” a cura di Max Schiavoni, Gwynplaine edizioni (2011).

http://www.facebook.com/NicolettaCabassiLubbertDas



 
Torna ai contenuti | Torna al menu